E’ in corso una Rivoluzione (bella!)

24900238_1796309457330319_7598991746937660671_nSiamo partiti il 4 maggio 2017 e da allora è stato un crescendo continuo: da Gianni Amelio a Tim Roth, da Enrico Lo Verso a Uscirai sano, dal teatro di Procopio al contemporaneo di Oscenica e poi musica, danza, cabaret, reading, presentazione di libri e cinema per bambini, tutto si svolge nel Centro del centro storico, tutto si svolge al Comunale.

Il centro storico non è mai stato così carico di eventi e a volte riesce difficile anche spiegare alla gente come sia possibile riuscire a fare tutto questo, riuscire a coinvolgere un così alto numero di persone giorno dopo giorno: siamo a oltre 20 mila presenze in questi mesi di attività e il bello deve ancora venire!

Questa settimana avremo danza, teatro e musica, un giorno dopo l’altro.

Mercoledì 13 abbiamo Umg web radio con il cineforum per l’università con il film Closer,

il 14 ci sarà Riccardo La Croce con la sua compagnia di danzatori,

il 15 Nuova Scena con lo spettacolo teatrale “10 sfumature di blu” (niente giustifica una violenza), contro la violenza sulle donne e

il 16 Vincenzo Mellace e la sua scuola di musica CheckSound, ad augurare buone feste a tutti i nostri spettatori.

Poi, il 17…..

A volte ci scherzo su, ad alcuni spettatori, i più assidui, dico sempre che ci vorrebbe una brandina, per risparmiare il tempo di andare a casa e dormire, e probabilmente sarebbe il caso di realizzare una cucina per far la pasta tra uno spettacolo e l’altro. Fatto sta che il pubblico sta rispondendo alla grande alle decine di proposte che il Comunale sta facendo, stiamo vivendo una bella rivoluzione del mondo della cultura e dell’intrattenimento a Catanzaro e siamo felici di essere stati, in qualche modo, gli artefici di questo cambiamento.

La curiosità più interessante è vedere come ogni evento abbia il suo pubblico, totalmente diverso. C’è chi vuole il cinema, chi viene a vedere il teatro popolare, chi si affaccia al mondo del contemporaneo (sabato, ad esempio, c’è stato un pubblico molto giovane ad affollare la platea di Oscenica), chi passa dal corso per una passeggiata e resta ad ascoltare buona musica, chi viene al botteghino e chiede “Cosa mi proponete?”

E’ una responsabilità, certo: un atto di coraggio, dice qualcuno! Io lo definisco l’unico modo possibile per non cedere alla lamentela del “in questa città non c’è mai niente” e credo che sia anche una fonte di ispirazione per tutte le altre associazioni, per tutti gli altri ragazzi che stanno vedendo che anche nella nostra città è possibile vivere lo spettacolo e l’intrattenimento in modo quotidiano, come in qualsiasi altra città del mondo.

Sta a noi garantire qualità degli eventi, il palco del Comunale è piuttosto impegnativo come abbiamo notato talvolta, e quando ci sali per la prima volta senti la storia che ti assale, attraverso il legno delle tavole del 1959 riesci a percepire il passato degli attori che ti hanno preceduto e anche questa, per tutti gli artisti che stanno calpestando questo palcoscenico, è una responsabilità.

La cosa bella è vedere che siamo davvero tutti insieme, che tutti stanno percependo gli sforzi fatti e l’impegno che abbiamo assunto nei confronti della nostra Catanzaro, nella speranza che la nostra visione continui per tanto tempo ancora.

 

Ora è il momento del Teatro Incanto: ancora una volta la compagnia di Catanzaro affronta il Comunale con un sold out annunciato da mesi e anche di questo non possiamo che essere grati al nostro pubblico che non ci abbandona mai.

Lo fa con un classico della commedia italiana che è diventato un capolavoro universale “Natale in casa Cupiello” del mio amico Eduardo.

 

Tutti conosciamo questa commedia, ogni persona che vede la locandina, in cui volutamente abbiamo messo solo il nome dello spettacolo, senza immagini, tutti mi dicono: “Questa è la commedia che fa il Natale, te piace ‘o presepe?”

Conoscono le battute a memoria, l’hanno vista in televisione più volte e portano i figli a vederla perché devono conoscerla, devono vederla almeno una volta.

Prima ancora, ne parleremo: siccome non ci basta mai, anche stavolta lanciamo l’iniziativa del TeatroForum: un aperitivo, completamente gratuito, durante il quale tutti insieme racconteremo i retroscena di questa commedia formidabile, vedremo qualche immagine e video, sentiremo la voce degli attori che poi domenica la metteranno in scena. Un modo molto carino di introdurre lo spettacolo e di fare la conoscenza con Luca, Concetta, Nennillo, Ninuccia e tutti i personaggi che per una sera prenderanno vita in maniera informale, senza impegno.

 

Mercoledì 13 dicembre alle ore 19,00 non puoi mancare: chiama Carmen allo 0961 741241  e dille quanti sarete. E’ tutto gratuito, contiamo solo sulla tua presenza. antico_posta_aperitivo

 

La commedia sarà rappresentata domenica 17 alle 18,30 ma questa replica, la prima, è già in sold out da mesi.

La riproponiamo lunedì 18 alle 20,30 e giovedì 28 alle 20,30 in una cornice di beneficenza. Insieme al Lions Club Catanzaro – Rupe Ventosa, andremo a destinare il ricavato alla mensa della fraternità della parrocchia di San Pio X. Speriamo che siate in tantissimi a partecipare a questa serata e potrete anche vedere la mostra di presepi (reali!) che l’associazione Catanzaro è la mia città avrà allestito nel foyer.

 

 

Tutto avviene al Comunale, tutto avviene nel Centro del centro storico!

Clicca qui per avere qualche info in più sul cast e sulle prenotazioni! 

 

 

 

 

4 Commenti

  1. anna piantedosi

    Abbiamo riposto la fiducia in questa compagnia di incoscienti…e stiamo raccogliendo i frutti…Francesco continua …sempre così con l’entusiasmo che contraddistingue…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *