LA DIZIONE, MISTERO DEL TEATRO.

Da logopedista e da insegnante in diversi corsi di teatro, ho sempre notato la stessa cosa: le persone, cioè tu, cioè io, sono affascinate dal parlare bene, dalla dizione. 
 
Non importa se le cose che diciamo sono giuste o sbagliate, il comunicare con un certo “perché” risulta essere più importante del cosa si comunica.
 
Tante persone, quindi, si iscrivono a teatro e seguono tutto l’iter del laboratorio teatrale per imparare le regole della materia che, almeno in teoria, li affascina maggiormente, la dizione.
 
In tanti mi dicono, vorrei far teatro per imparare la dizione, che è un pò come dire vorrei giocare a calcio per imparare il fuorigioco!
 
Ora, il fuorigioco è importante, cioè la dizione è importante, fondamentale, riesce a farti superare i confini della tua città e della tua regione, oltre ad essere un bellissimo percorso tra accenti, suoni, regole grammaticali e punti di articolazione, ma non c’è dubbio che il teatro sia fatto di tante altre cose, di cui parleremo a breve.
 
Inoltre ammetterai che moltissimi attori fanno teatro eppure non utilizzano in modo meccanico tutte le regole della dizione, anzi fanno capire in modo netto e chiaro la loro provenienza geografica, Eduardo e Totò con il loro accento napoletano, Alberto Sordi e Gigi Proietti con il loro accento romano, o ancora Ascanio Celestini, Enrico Brignano, Luciana Litizzetto, Alessandro Bergonzoni…
Alberto_Sordi_(1980)
 
Potrei citarne mille, perché la dizione è davvero importante da conoscere, ma ancora più importanti sono l’articolazione e la respirazione, quelli sono davvero punti imprescindibili per chi vuole fare teatro e per chi vuole parlare bene, comunicare al meglio.
 
Ecco allora il percorso che stiamo facendo noi al TeatroLab, con un corso di dizione e articolazione che parte dalla respirazione, passa attraverso le regole della dizione e arriva alla migliore articolazione possibile per la persona, in base alla conformazione fisica, al vissuto, alle proprie esperienze.
 
Perché non siamo tutti uguali e non tutti possiamo parlare come Vittorio Gassman o Luca Ward. (A proposito, non so se lo sai ma Gassman, nonostante la dizione perfetta, faceva 8 ore di esercizi respiratori OGNI GIORNO,  parlava in modo scientifico tutti i dialetti delle varie regioni italiane ed è nato a Genova, non a Roma come qualcuno erroneamente pensa).
vittorio-gassman-sorriso
IL corso di dizione e articolazione si basa su due appuntamenti settimanali, il lunedì e il mercoledì: si basa su un insegnamento circolare, in cui le regole e le nozioni e gli esercizi, vengono ripetuti tante e tante volte, in modo che ognuno possa avere dimestichezza e padronanza con l’argomento e anche chi è appena arrivato può capire di cosa stiamo parlando.
Chiaramente il corso si basa su quella che, secondo me, è la parte più importante del teatro: la fiducia.
Il Teatro è tutta una questione di fiducia, che si deve coltivare, si può anche perdere e riconquistare, vi sono degli esercizi appositamente realizzati per avere più fiducia negli altri e soprattutto in se stessi.
Ma non ti aspettare dal nostro corso che si eliminino completamente l’accento e i nostri regionalismi, perché non è questo lo scopo del corso. Io stesso quando parlo, non ho una dizione forzata o esagerata, ma tento di articolare il più possibile cercando di farmi capire e utilizzando una corretta respirazione. Questo fa si che, qualunque cosa io dica, riesca a dirla in modo comprensibile, sicuro, tranquillo, senza ansia o timori di nessun tipo. Questo è lo scopo del nostro corso.
Adesso prova a fare un esercizio: prendi una matita e mettila in bocca, non come una cannuccia ma seguendo il taglio delle labbra, parallela al labbro inferiore. Bene, ora prova ad articolare pronunciando “L’arcivescovo di Costantinopoli si è disarcivescoviscostantinopolizzato”. Non è semplicissimo già così, immagino con la matita in bocca, ma piano piano sentirai che la cosa si può fare e ti aiuterà a parlare meglio anche nella vita di tutti i giorni.
Inizialmente ti sentirai impedito: riderai e ti vergognerai come un matto di metterti davanti lo specchio e guardarti mentre fai lo scemo con la matita in bocca.
Poi sentirai che, togliendo la matita, le tue labbra saranno più forti e agili, e il tuo parlare sarà molto più comodo.
Ti interessa saperne di più sul corso? Chiama Carmen adesso allo 0961 741241 e prenota la tua lezione, il lunedì o il mercoledì: c’è anche la possibilità di essere seguiti individualmente o in piccoli gruppi da 4/5 persone, ma per iniziare questo livello zero è indispensabile e ti farà capire se la dizione, mistero del teatro, è qualcosa che ti affascina davvero.
Inoltre puoi seguirci sulle nostre pagine Facebook Teatro Incanto eXperience  o Cinema Teatro Comunale per avere tutte le notizie che desideri.
TeatroLab. 2 ore fuori dal mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *