Il Comunale Logo Contest

Il Comunale Logo Contest

Parte oggi il primo Logo Contest organizzato dal Teatro Incanto per stabilire quale sarà il nuovo logo dello storico Teatro Comunale di Catanzaro.

Questo contest ha lo scopo di far partecipare attivamente i catanzaresi, e non solo, alla realizzazione del nuovo Teatro Cinema a partire dalla sua immagine principale.

Come partecipare:

Partecipare è facile. Invia il tuo progetto tramite mail a: info@associazioneincanto.it entro mercoledì 07 settembre con oggetto “il Comunale Logo Contest”. Scrivi nome e cognome ed un contatto facebook o cellulare ed in allegato l’immagine che parteciperà al concorso.

Il progetto dovrà essere di dimensione minima (non ci sono limiti massimi) 1080 pixel per 720 pixel e risoluzione 300 pixel/pollice e dovrà essere consegnato in formato JPEG.

Oltre al logo, su un lato dell’immagine dovrà comparire il seguente testo:

“il Comunale

Corso Mazzini 82/84, Catanzaro

3202516302”

Un ultimo suggerimento per te che parteciperai. Il Comunale sarà Teatro e Cinema. Ispirati a questo per la realizzazione del tuo logo.

Come verrà scelto il logo vincitore:

Da giorno 08 settembre saranno pubblicate le immagini partecipanti sulla pagina Facebook “Teatro Incanto eXperience” e potranno essere votate tramite i “mi piace” da tutti gli utenti fino alle 23:00 di domenica 11 settembre.
Il giudizio finale spetterà comunque al Teatro Incanto ma è certo che un logo con tanti “mi piace” ha molte più possibilità di vincere.

E allora cosa aspetti? Partecipa anche tu!

Il Teatro a Catanzaro CENTRO!

IMMAGINE ESEMPIO LOGO

 

3 Commenti

  1. Bella l’iniziativa di far partecipare il pubblico, ma perché degli artisti, che usano la lingua per esprimersi, ed addirittura il dialetto, poi quando si tratta di dare il nome ad un concorso lo chiamano in inglese?
    Sembra quasi che l’italiano sia una lingua da usare solo per lo spettacolo, ma poi nelle occasioni ufficiali passiamo all’inglese, quindi il concorso diventa “contest”. E non è che l’ultimo, ci sono casi più eclatanti come il “Caulonia Tarantella Festival” o il “Taranproject” ecc.
    Per favore non tagliamo le nostre origini!

    1. BEH, intanto grazie per il bellissimo commento.
      Credo che non esistano differenze sostanziali tra i vari linguaggi, è importante conoscerli tutti, almeno di base, e poi utilizzarli in base al contesto.
      Proprio in questo contest (o) ci stava bene la parola contest e l’abbiamo utilizzata, senza nemmeno pensarci più di tanto.

      Non so se sai che la seconda commedia che ho scritto si intitola “The best family – ‘A famigghja d’e besti” e il titolo lo ha dato addirittura Nino Gemelli.
      Nessuno più di lui amava il dialetto, eppure…

      Grazie ancora, a presto.

      1. Grazie per la risposta 🙂
        Il termine è giusto e non ci piove, solo credo ci starebbe meglio “concorso”, fintanto che la nostra lingua è ancora viva, sebbene gravemente ammalata di anglomania dei suoi parlanti.
        Sparito l’italiano, i dialetti perirebbero in meno di una generazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *