Domenica d’Incanto – La nuova stagione del Teatro Incanto

  • Ecco Domenica d’Incanto, la nuova stagione del Teatro Incanto. 

Una volta, appena due anni fa, il sabato e la domenica erano giorni in cui spesso non sapevi cosa fare, stavi a casa, sul divano, guardando scialbi programmi in televisione che non ti davano nessuna emozione. 

Oggi non hai che l’imbarazzo della scelta, tanto che il nostro motto è diventato “Uno spettacolo al giorno, leva il divano di torno!”

Uno straordinario insieme di commedie, drammi, favole musicali e sorprese che non hai mai visto prima sul palcoscenico, tutte realizzate dal Teatro Incanto, la compagnia teatrale del Cinema Teatro Comunale, il Centro del centro storico! 

 

Se non hai già preso l’abbonamento, devi fare in fretta perché, soprattutto per la domenica, i posti sono davvero pochissimi. 

 

Già, perché quest’anno per venire incontro alle tue esigenze di spettatore o di abbonato, abbiamo deciso di realizzare i nostri spettacoli anche di sabato, alle 20,30, e proprio il sabato le sorprese saranno davvero tantissime. 

 

Prima dello spettacolo, un aperitivo da prendere tutti insieme nel foyer, un pò di musica dal vivo e un nome che è tutto un programma: l’Aperitheater, che sarà una delle tantissime novità di quest’anno. Il nome viene da uno dei nostri abbonati storici, Fabio, che ringraziamo sempre per la sua vicinanza e il suo affetto, e crediamo sia il nome giusto per un momento che vivremo tutti quanti insieme prima del Teatro.  

 

E poi la Shock in a box, un omaggio del Teatro Incanto all’interno del quale troverai tutta una serie di sorprese teatrali, come il Manuale del Perfetto Spettatore, la prima guida al mondo dedicata agli spettatori del Teatro Incanto. 

 

Faremo anche degli incontri, il giovedì prima dello spettacolo, durante i quali attori e spettatori si incontreranno per parlare della rappresentazione e affronteranno i temi trattati mese per mese. 

 

Una stagione intera, un meraviglioso anno artistico in cui ti accompagneremo in un percorso di emozioni straordinarie, per rivalutare le opere popolari, conoscere capolavori del teatro mondiali e affrontare insieme temi sociali di attualità. Perché per noi il teatro deve avere un valore sociale e un fortissimo legame col territorio. 

 

Ecco perché la scelta delle opere in cartellone. 

 

“Quando u diavulu t’accarizza”, di Ciccio Viapiana. E’ una farsa, ambientata in una piazzetta della nostra Catanzaro, ma potrebbe essere accaduta ovunque, che racconta la vita di un tempo, quando nei quartieri ci si conosceva tutti e ci si aiutava partecipando alle gioie e ai dolori. I personaggi sono assolutamente farseschi, ma forse non sono nemmeno poi così lontani rispetto ad alcune “maschere” che abitano ancora oggi vicino a noi… tutta da ridere! 

 

“Il sindaco del Rione Sanità”, capolavoro di Eduardo De Filippo, narra la storia di Antonio Barracano, il sindaco appunto, che nel suo quartiere tutto fa e tutto dispone. E’ lui che decide l’esito delle liti, che guida le decisioni degli altri e controlla l’armonia della zona, finché non si presenta un ragazzo che gli ricorda molto come era lui da giovane…

 

“Il bimbo parlante” è la nuova commedia di Francesco Passafaro che tratta un argomento molto attuale, i bambini con tutti i problemi che oggi stiamo trovando nel loro linguaggio e nel loro modo di comunicare: una commedia dolce e amara che vuole entrare nel rapporto bambini e genitori. 

 

“Cuda mpagghjata” opera di Nino Gemelli nata durante il corso di drammaturgia che Nino fece con Eduardo De Filippo, che propose proprio l’idea da cui nacque questo testo. La paura della vendetta, tra due amici che dopo aver litigato per una questione economica non si vedono da tantissimo tempo e, ad un certo punto, si ritrovano… per caso….

 

“Viva La Calabria” di Francesco Passafaro è una favola musicata, anche se in effetti è una vera e propria commedia, con la storia del primo calabrese che la storia ricordi, Aschenez, il calabrese che inventò la barca a remi. Era il pronipote di Noè, l’inventore dell’Arca, perché si sa, noi calabresi pensiamo sempre un pò più in piccolo… Le musiche originali di Rosario Raffaele e M° Fraimac, ti accompagneranno nel viaggio lungo le coste calabresi

 

“2 ore fuori dal mondo” è la vera sorpresa di quest’anno. Non posso svelarti nulla, tranne che oltre alla musica, al ballo e al cabaret, ci saranno degli ospiti graditissimi. Una vera Rivista insomma, che ricorderà i grandi spettacoli del passato. 

 

Questo, e molto altro, lo trovi solo al Teatro Incanto, la compagnia del Comunale, ma devi fare molto in fretta perché i posti stanno per finire. 

 

Chiama Carmen allo 0961 741241 e prenota il tuo posto nel Centro del centro storico oppure scrivi una mail a info@ilcomunalecz.it!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *